aujourdhui | Versione:
Home page » ARCHIVES » CUCINA » GATTO DI PATATE
sabato 17 gennaio 2009, di eliana
Enregistrez l'article : {id_article}
GATTO DI PATATE

Cosa significa "Gattò"? Con tutta probabilità deriva dal termine di origine francese "gàteau", che vuol dire tortino o panetto. E siccome il piatto è di origine napoletana, gattò non è altro che la storpiatura dialettale del termine francese (così come è successo per tantissime altre espressioni nel dialetto napoletano). Le dosi per gli ingredienti sono puramente indicative perchè dipendono dal gusto personale e da quanto si vuole insaporire il tortino. Gattò di patate alla napoletana (ricetta tradizionale)

Ingredienti per 8 persone : 1,5 Kg. di patate 80 g. di burro 4 tuorli 3 albumi 100 g. di salame 100 g. di parmigiano grattugiato 50 g prosciutto cotto 250 g. di mozzarella 100 gr scamorza 1/2 bicchiere di latte sale pepe pangrattato

Preparazione:Lessare le patate e, una per volta, togliere la buccia e schiacciarle con lo schiacciapatate con buchi piccoli.Aggiungere: burro, , parmigiano grattugiato, tuorli, albumi, la mozzarella a dadini, il salame a pezzetti, il prosciutto , il prezzemolo, sale e pepe.Si possono anche aggiungere all’impasto: provolone piccante, mortadella, capocollo; il tutto tagliato a cubetti.Mescolare bene e mettere il latte solo se lì’impasto è troppo consistente.Ungere con il burro un tegame: sia il fondo che la parete laterale,Buttare abbondante pangrattato e fate ruotare in modo che la granella aderisca bene su tutte le pareti. Porre l’impasto nella tegliaCon un mestolo di legno spianare la superficie e ungerla con il burro.Buttare la granella di pane grattato sulla superficie superiore ed eliminare il residuo.Applicare quattro/cinque fiocchetti di burro che si scioglieranno durante la cottura.Infornate a fuoco caldo (circa 30/45 minuti) e togliete quando la crosta è di un bel colore bruno.Lasciare riposare fuori dal forno almeno un quarto d’ora.Il gattò di patate è un piatto unico e si mangia tiepido o freddo